Domenica 22 ottobre alle ore 19.00, al Museo Diocesano Arborense, uno speciale concerto dal respiro internazionale, dal titolo ROMANTIC SONGS, proposto dal duo spagnolo composto da Joaquin Palomares (violino) e Oscar Oliver (pianoforte).

Il concerto è organizzato in collaborazione con l’Associazione L’Armonica Danza delle Muse.

 

Prezzo del biglietto: Intero: € 8,00 - Soci e under 18 € 5,00

Botteghino il giorno del concerto dalle ore 18.00 c/o il Museo

CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE

 

PROGRAMMA: “ROMANTIC SONGS “

 

“Liebeslied”                                                   F. Kreisler (1875-1962)

“Slavonic Dance” Op. 46 nº 2                    A. Dvorak/ F. Kreisler (1841-1904)

“Melody” from Orfeo ed Euridice            C. W. Gluck / F. Kreisler (1714-1787)

“Schön Rosmarin”                                       F. Kreisler

 “Capricho vienés” Op.2                              F. Kreisler

 “Tháis Meditation”                                      J. Massenet (1842-1912)

“Salud d´amour” Op. 12                             E. Elgar (1857-1934)

 “Tango” Op. 165 nº 2                                  I. Albeniz /F. Kreisler (1860-1909)

“Melodie” Op. 42 nº 3                                 P. I. Tschaikowsky (1840- 1893)

 “Sincopation”                                                F.  Kreisler

“Old Folks at home”                                      S. Foster (1826-1864)

 “Hebrew melody” Op. 33                          J. Achron (1886-1943)

 “Farewell to cucullain”                                F.  Kreisler

 “Slavonic Fantasie” en Si menor             A. Dvorak/ F. Kreisler

“Estrellita”                                                       M. Ponce (1882-1948)

 “Nocturno” en Do sostenido menor (Póstumo)                F. Chopin (1810-49 / N. Milstein (1904-1992)

“Liebesfreud”                                                  F. Kreisler

 

BIOGRAFIE

Oscar Oliver

Professore di pianoforte dal 2016, svolge un'intensa attività concertistica, sia come solista che nel campo della musica da camera; si esibisce inoltre, regolarmente, insieme ad alcuni dei più importanti musicisti spagnoli contemporanei.

Dopo anni di importanti collaborazioni con diverse formazioni cameristiche tra cui il Gruppo Strumentale Valenciano, fonda nel 2015 l'Iturbi Trio, con il quale il quale porta avanti molti altri progetti, come quello per pianoforte di Beethoven, in occasione del 250° anniversario della nascita del compositore (2020/2021).

È membro di gruppi molto attivi come il Liber Quartet (insieme a Javier Eguillor, Jesús Salvador Chapi e Carlos Apellániz), il Trío Capriccio (insieme a David Fons e David Apellániz) così come il duo che forma con il violinista Enrique Palomares.

È frutto di uno dei suoi molteplici progetti con il baritono Vicente Antequera (Winterreisse, Dichterliebe, Il canto del Minotauro...) lo spettacolo basato sull'Enoch Arden di R. Strauss, nato nel 2012, con cui hanno girato buona parte della Spagna, insieme all'attrice Rosana Pastor.

Con il pianista Carlos Apellaniz mantiene uno dei suoi progetti artistici più consolidati, il duo pianistico Apellániz - Oliver, con il quale hanno recentemente creato la propria versione di Rhapsody in Blue di Gershwin, ispirato a quello eseguito dai fratelli Iturbi alla Carnegie Hall di New York nel 1938.

Si esibisce per diverse stagioni con l'Orchestra della Comunità Valenciana sotto la direzione di Lorin Maazel e Zubin Mehta.

Tra il 2008 e il 2022, è stato uno dei solisti di pianoforte dell’Orchestra di Valencia, eseguendo praticamente tutto il repertorio sinfonico per pianoforte con direttori come Frübeck de Burgos, Michel Plason, Eiji Oue, Gustavo Gimeno, Walter Weller, Fabio Biondi e Ton Koopman, tra altri.

Come pianista di repertorio lavora con solisti come Gregory Kunde, Nathalie Sutzmann, Matthias Goerne, Gautier Capuçon, Vadin Repin, Simon O'Neill, John Tomlinson, Angelica Kirchschlager, Bo Skovhus, Stefan Vinke, Nancy Fabiola Herrera, Waltraud Meier e Maria José Montiel.

Da più di dieci anni è a capo dell'Ente Storico di Montesa con il quale ha ideato e diretto il Festival Internazionale d'Organo di Montesa nel 2006.

Ha registrato per etichette quali Naxos e Brilliant Classics, oltre che per la Radio Nacional de Spagna.

Ha curato la stagione 2020/2021 del Palau de la Música de València a di José Iturbi 125, nonché la mostra Iturbi, més enllà de Hollywood, organizzata dal Consiglio Comunale di València, per commemorare il 125° anniversario della nascita del pianista valenciano.

Ha inoltre curato l'edizione del libro Iturbi, més enllà de Hollywood pubblicato nel 2021.

Nel 2020 è stato il primo direttore artistico del Festival Pianistico Internazionale Valencia Iturbi, promosso dal Consiglio Provinciale di Valencia ed inoltre è stato Coordinatore Artistico della XXI^ edizione del Concorso Pianistico Internazionale Iturbi, sotto la direzione artistica di Joaquín Achúcarro.

Ha conseguito un Master in ricerca presso l'UPV (2012).

Joaquin Palomares 

Concertista internazionale. Durante il periodo di formazione ha vinto il Primo Premio in tutti i più importanti concorsi nazionali e di numerosi concorsi internazionali.

Attualmente è considerato dalla critica musicale uno dei violinisti spagnoli più importanti a livello internzionale.

Ha conseguito il Diploma Superiore in Violino e Musica da Camera “con il massimo dei voti”, presso i Conservatori di Valencia e Bruxelles, con i maestri Alos, Leon-Ara, Kleve, de Canck e van den Doorn.

Ha completato la sua formazione come concertista con i virtuosi V.Klimov, D.Zsigmondi e A.Rosand (continuatore della scuola di Auer, Heifetz, Zimbalist), con i quali ha sviluppato uno stile romantico-virtuosistico attestato da rassegne stampa nazionali come quelle di El País: "Violinista dalla tecnica estroversa, dal suono potente e incisivo, che impose in ogni momento la legge indiscutibile del virtuoso" e internazionali, come Stuttgarter Zeitung: “Un poeta-virtuoso dal temperamento latino”, l’ American Record Guide: “Le sue interpretazioni sono dotate di un vigore e di una passione insoliti, sempre al servizio della musica.”

Con il debutto come solista all'età di 15 anni (Concerto per violino di Beethoven) e la partecipazione, un anno dopo, al Carl Flesh Violin Competition di Londra, inizia una carriera artistica nelle migliori sale concertistiche d'Europa e del Giappone (Concert-Haus di Vienna e Oslo, Auditorio Nacional, Teatro Real, Palau, Sala Maffeiana de Verona, ecc.). Si esibisce in qualità di solista con orchestre come: Nazionale di Spagna, RTVE, Valencia, Asturias Symphony, Città di Málaga, Siviglia, Castilla y León, Regione di Murcia, Vienna Mozartorchester, Lodz Chamber Orchestra, Engelberg Chamber Orchestra, “Berlin Philharmonic Virtuosos”, Avignon Orchestra, Kiev String's Chamber Orchestra, Venice Chamber Orchestra e con le migliori orchestre da camera spagnole;

Ha occasione di esibirsi al fianco di direttori come Serebrier, Chernouschenco, Mester, Colomer, Galduf, Salwarowski, Jurowski, Maazel, Marosi, ecc., partecipando a Festival prestigiosi come Santander, Granada, Málaga, Spoleto, Avignone, Mantova, Alghero, Torino, Guil-Durance, Herceg Novi, Santorini, S. Fructuoso Festival, Altamarca Festival, Echos Festival, Emilia Romagna Festival, Brianza, Parma, Tartini Festival (Slovenia), Brage (Danimarca) Praga, ecc.;

Ha suonato, inoltre, insieme ad artisti come A. Rosand, R.Aldulescu, J.Levine, Bruno Canino, C.Delangle, F. Petracchi, tra gli altri.

Ha avuto occasione di registrare CD per le etichette  come Prodigital Records (USA), Bravo Artist (Spagna), Master Record CD (Spagna), ASV (Regno Unito), DAHIZ Productions e RNE, che comprendono opere per violino e pianoforte di Brahms, Bartok, Granados, Turina, Grieg, Fauré (Quartetti), Elgar, Delius (prima mondiale-1998) o Rubinstein.

Ha avuto la nomination ai Gramophone Awards 1999 insieme al violista P. Cortese e al pianista M.Wagemans per il loro CD su Milhaud.

I suoi CD LIVE dei Concerti per violino e orchestra di Beethoven, Hindemith, Chausson, Serebrier e Montesinos hanno ricevuto grandi consensi dalla critica specializzata.

Nel suo ruolo pedagogico è stato docente presso i conservatori superiori di Barcellona e Murcia.

Nei suoi concerti si esibisce con il magnifico violino Nicolaus Gagliano (Napoli-1761) e R. Regazzi (Bologna-2003).

 

Contattaci

Ballet School

È in corso la campagna tesseramento per la 49^ Stagione Concertistica 2023. Sostieni le attività dell'Ente Concerti Alba Pani Passino di Oristano con un contributo minimo di 20 € e avrai sconti sui biglietti e diritto ad avere un posto riservato nei nostri concerti. 

Contattaci

Indirizzo

Ente Concerti Alba Pani Passino

Via Ciutadella de Menorca 33/35
09170 Oristano

Chiamaci

Fisso: 0783.303966

Mobile: 338.8727128

Fax: 0783.303966

Email

info@enteconcertioristano.it

Scrivi una e-mail ti risponderemo nel minor tempo possibile.

Chi siamo

L’Ente Concerti di Oristano nasce con lo scopo primario che di unire gli appassionati della musica e offrire al pubblico concerti e attività teatrali di alto livello. Più informazioni